BeautyEventiFashionLifestyle

Ritratti di moda all’ Affordable Art Fair

In questi giorni l’arte contemporanea è a Milano dal 2 al 5 febbraio 2012 nel polivalente spazio Superstudio Più in via Tortona 27. La seconda edizione di Affordable Art Fair dimostra come non sia necessario essere a tutti costi milionari per possedere un’opera d’arte. Si può iniziare visitando i padiglioni della fiera e accorgersi che le opere oscillano tra i 100 e i 5000 euro. Un modo divertente e informale per iniziare a collezionare creazioni di artisti quotati!

Attraverso mie libere e personali associazioni ho notato come anche in questa occasione sono evidenti alcuni riferimenti al mondo fashion. Oppure gli stilisti hanno guardato agli artisti? La moda e l’arte continuano a giocare ad inseguirsi e noi ne rimaniamo affascinati….

.

.

Gli abiti monocromatici delle protagoniste del dipinto di Marco Demis sembrano appartenere ad un’epoca passata evidenziando uno stile simile ad alcune collezioni di Luis Vuitton dal sapore retrò.

.

.

.

C’è chi come Flavio Lucchetti ha la moda nel sangue, qualunque cosa faccia non può evitare di riferirsi al mondo glamour. Art-director, creatore di importanti testate del settore, scopritore di stilisti e creativi, oggi si dedica completamente all’arte. La lunga serie di ‘Dress Memory’ è meravigliosa, bassorilievi bianco marmo, in realtà sono realizzati in resina lucida o gesso opaco che sembrano riportarci alla perfezione delle metope dell’arte classica.

Egli stesso si definisce ‘un archeologo della moda’.

E nei suoi dipinti la sua linea, essenziale e grafica, sembra richiamare lo stile di un mito della moda

 ‘re Giorgio‘.

.

.

Ritorna in maniera ironica nel mondo dell’editoria che lui stesso ha contribuito a sviluppare. Affronta tematiche importanti, riflette sull’Haute Couture e su abitudini lontane dalla nostra civiltà.

.

.

Gli abiti continuano ad essere fonti per diverse ispirazioni. Diventano di carta e come la stoffa assumono svariate forme. Per la francese Elisabeth Lecourt possono addirittura essere letti come mappe e mostrati orgogliosamente come dipinti in trasparenti teche.

.

.

 La”geophilosophy” di Alviero Martini

.

Margherita Martinelli è una giovane creativa originaria di Crema, è immediatamente riconosciuta per uno stile fiabesco. I suoi dipinti sono realizzati attraverso una tecnica mista, i colori tenui e l’utilizzo dell’oro, rafforzano l’aspetto atemporale e sognante dei soggetti. Spesso i protagonisti delle sue opere sono fenicotteri, sirene, abiti e paia di scarpe sospesi in solitaria nello spazio.

.

.

La moda entra nella sua pittura in maniera casuale e si apropria di un’atmosfera unica surreale: tra pezzetti di carta cuciti su tela e parole scritte che vagano in libertà.

.

Opera appartenente all’autrice del blog

.

L’abito diventa un contenitore di ricordi, si evolve attraverso il colore e la forma con un particolare riferimento ai costumi del ‘700 rigidi e strutturati. La silhouette ha una sua consistenza, contiene memorie ed emozioni, le stesse che la pittrice ci regala quando guardiamo le sue splendide creazioni.

http://www.margheritamartinelli.it/

.

.

Tripudio di stoffe, tessuti cangianti e bustini plissettati avvolgono i manichini di Luca Bellandi. Il colore crea la forma ed evidenzia la gestualità delle sue ampie pennellate. Una vera e propria Art Couture che ricorda alcuni scenografici modelli disegnati da Galliano per Dior.

.

.

Ripercorrendo epoche diverse e molto lontane da noi ci rendiamo subito conto che la moda è stata descritta da tanti artisti attraverso differenti ritratti. L’abbigliamento è stato da sempre un elemento importante in molte opere d’arte. Come non rimanere affascinati davanti alla bellissima Giovanna Tornabuoni, ritratta dell’artista rinascimentale Domenico Ghirlandaio? L’abito raffigurato esprime la grazia del personaggio e il suo status sociale, come da consuetudine all’epoca.

L’artista armeno Vahag ha riproposto in maniera ironica un ritratto di principessa, dipinto attraverso uno stile quattrocentesco in cui solitamente l’effigiato veniva ritratto di profilo, sono riportati accuratamente i particolari dell’abito e non solo… un tocco fashion è stato dato anche al retino da pesca! Il tempo e lo spazio stavolta non sono mai stati così vicini…

INFO:

Quando

Mercoledì 1 Febbraio             18.00/22.00   Private View   

Giovedì 2 Febbraio                 11.00-18.00  Art Flames Night

Venerdì 3 Febbraio                 11.30-20-30 

Sabato 4 Febbraio                   11.30-20.30

Domenica 5 Febbraio             11.00-18.00

Biglietti

Normale 13 Euro all’ingresso

Ridotto   10 Euro all’ingresso

(possibile prenotazione con riduzione in prevendita)

Per ulteriori informazioni

www.affordableartfair.it

#PAINTMYSHOPPING

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.